Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
RISE Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali e Studi Europei

Presentazione del corso

Il Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali e Studi Europei (RISE) è un Corso interclasse, si articola infatti nelle due Classi di Laurea LM-52, Relazioni Internazionali, e LM-90, Studi Europei. I due percorsi formativi hanno marcata connotazione multi- e in certa misura inter-disciplinare, in linea con quella che è la tradizione che ha segnato i curricula internazionalistici della Scuola di Scienze Politiche “Cesare Alfieri”, in seno alla quale è oggi attivo il CdS RISE, sin dalla sua fondazione. Quest’impostazione del programma formativo mira ad offrire allo studente l’acquisizione di approcci e conoscenze disciplinari diverse, che in quanto tali gli consentano di sviluppare una visione olistica dei fenomeni politici, sociali ed economici caratteristici dello scenario internazionale con i quali dovrà confrontarsi una volta entrato nel mondo del lavoro.

Obiettivi formativi

A tal fine, obiettivo del primo anno del CdS RISE è fornire agli iscritti le conoscenze essenziali nei cinque ambiti caratteristici dell’intero percorso formativo: politologico (per la Classe LM-52) o politico-sociale (per la Classe LM-90); giuridico; economico (per la Classe LM-52) o economico-statistico (per la Classe LM-90); storico e linguistico. Nel secondo anno di corso gli studenti si dividono nei due percorsi di Relazioni Internazionali e Studi Europei. Nella prima Classe di laurea sono approfonditi, tra altri: l’evoluzione storica e le caratteristiche attuali dei principali attori politici internazionali e delle più importanti aree geopolitiche; il problema del conflitto armato, le forme del medesimo e il tema dei mezzi, modi e istituzioni preposte alla sicurezza nazionale e internazionale; le caratteristiche, l’evoluzione e i limiti dei processi di democratizzazione; la struttura e il ruolo delle maggiori Organizzazioni internazionali; l’economia, la finanza e il commercio nel sistema internazionale globalizzato; il diritto internazionale e le sue più recenti evoluzioni in tema di diritti umani e protezione delle vittime di crimini di massa. La Classe in Studi Europei mira invece ad approfondire la conoscenza dell’evoluzione storico-politica del processo d’integrazione europeo, nei suoi diversi aspetti, e il suo stato attuale. Una specifica attenzione è riservata alla struttura istituzionale e alle dinamiche di funzionamento dell’Unione Europea (UE); ai meccanismi di formazione e ai contenuti delle politiche europee; al diritto dell’UE e al suo impatto all’interno degli stati membri; all’evoluzione demografica, culturale e sociale dei medesimi; infine all’influenza che l’Unione esercita al proprio interno e al ruolo che gioca nell’arena globale.

In ciascuna delle due Classi di Laurea in cui si articola il Corso RISE gli studenti hanno la possibilità di completare l’intero percorso formativo seguendo corsi impartiti in lingua inglese. Questo specifico percorso, istituito nell’a.a. 2013-2014, oltre a consentire l’acquisizione delle specifiche competenze linguistiche riferite alle diverse discipline, favorisce l’iscrizione al Corso di studenti stranieri, che allo stato attuale sono circa il 10% del totale degli iscritti, provenienti sia da Paesi europei che extra-europei e che non abbiano alcuna conoscenza della lingua italiana, e ne consente l’interazione con quelli italiani. Il completamento del percorso in lingua inglese è riconosciuto da un’attestazione, che si aggiunge al diploma di Laurea Magistrale.

Più nello specifico, obiettivo del CdS è fornire agli studenti le conoscenze e competenze necessarie per poter progettare, porre in essere, studiare o monitorare, in sedi sia pubbliche che private e in ruoli diversi, programmi e temi nazionali, europei e internazionali, il cui oggetto sia la cooperazione internazionale, la sicurezza nazionale e internazionale nei suoi diversi aspetti, militari e non, la negoziazione e la risoluzione dei conflitti, la tutela dei diritti dell’uomo, il processo di integrazione europea e le azioni interne ed esterne dell’UE. A tal fine il Corso RISE può contare anche sul contributo offerto da vari corsi finanziati dalla Commissione Europea, nel quadro del Programma Jean Monnet, e su numerose attività extra-curriculari. Obiettivo di queste ultime è di offrire agli studenti l’opportunità di entrare a contatto con docenti stranieri, funzionari pubblici, esperti d’area e rappresentanti del mondo del lavoro e delle professioni. Oltre all’organizzazione di tavole rotonde e conferenze, anche internazionali, entro i diversi insegnamenti, sono programmate simulazioni di processi decisionali e iniziative nell’ambito dei RISE Guest Seminars, nei quali esperti italiani e stranieri sono regolarmente invitati a tenere presentazioni su temi, “tecnici” e di attualità, ma comunque legati al programma formativo del Corso. Nello stesso quadro il CdS considera inoltre obbligatorio per tutti i propri studenti un tirocinio curriculare, corrispondente a 6 crediti formativi.

Sbocchi occupazionali

Una volta concluso il percorso formativo in una delle due Classi, il laureato acquisisce una solida base di conoscenze e competenze che gli consentono di ambire a ricoprire le più diverse posizioni lavorative d’ambito internazionale. Nel caso della Classe in Relazioni Internazionali, tra gli sbocchi professionali più tipici ricordiamo: il servizio diplomatico nazionale – come da consolidata tradizione della Scuola “Cesare Alfieri” sin dalla sua fondazione – e quelle posizioni di più elevato livello in seno alla Pubblica Amministrazione che comportino l’operare, a vario titolo, a diretto contatto con la dimensione internazionale; le Organizzazioni internazionali, governative e non; le aziende multinazionali e 

quelle nazionali che abbiano interessi e rapporti all’estero, nonché quelle di valutazione e consulenza; i centri di ricerca, nazionali ed esteri, che si occupino di politica estera e/o dei temi tipici dell’agenda politica internazionale. Per la Classe in Studi Europei, gli sbocchi classici sono: le istituzioni e agenzie specializzate dell’UE; le strutture e istituzioni italiane e degli Stati membri dell’Unione che, ai diversi livelli di governo, siano attive in quei settori che più frequentemente interagiscono con l’UE; le aziende nazionali e multinazionali, nonché le associazioni di categoria e i centri di ricerca, che agiscano nell’ambito dell’UE, intrattenendo con gli organi di quest’ultima rapporti d’interazione comunque configurati.

I profili culturali e professionali alla cui formazione mira il CdS per ciascuna delle due Classi di Laurea sono qui sotto specificati:

Classe LM-52 - Relazioni Internazionali

Classe LM-90 - Studi Europei

 
ultimo aggiornamento: 19-Giu-2018
UniFI Scuola di Scienze Politiche \ Home Page

Inizio pagina