Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
RISE Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali e Studi Europei

Testimonials Stage a Bruxelles

Riccardo Roba  stage presso CONCORD Europe, Bruxelles ( ottobre 2017-febbraio 2018).

“In the framework of the RISE Master Programme and thanks to Erasmus+ Project, I had the highly valuable opportunity to intern at CONCORD Europe, in Brussels. CONCORD Europe is the European confederation of Relief and Development NGOs, made up of member organisations, that represent over 2,600 NGOs. My experience in CONCORD Secretariat has been of fundamental relevance for my academic and professional carrier: the tasks I was assigned were aimed at implementing CONCORD policy and advocacy priorities for the period 2017-2018. For instance, I have not only coordinated and finalized two publications (one on the role of private sector in agriculture in developing countries, the other on monitoring the EU Trust Fund for Africa), but also drafted and implemented their advocacy strategies. I have also helped gathering inputs from and building a dialogue for CONCORD’s policy and advocacy work with relevant institutions, structures, sources and actors (mainly DG DEVCO, DEVE Committee, CODEV within EU institutions; other Brussels-based NGOs; external speakers from the Global South). I have also assisted with the preparation of documents and communication materials, such as CONCORD migration and development digest or monthly newsletters. I have also prepared and supported some events organized by CONCORD, both in Brussels and elsewhere (Tallinn, Sofia). Finally, I have also participated in relevant meetings and conferences in Brussels and elsewhere.
Thanks to this experience, I have learnt a lot about EU development policies, the actors involved, the definitions behind cooperation and development; I have worked in a true multicultural environment; and Brussels is the real capital of the European Union, where to meet people from all around the 28 EU Member States and beyond, with their different experiences and backgrounds, where to exchange ideas and views, do networking and gaining experience directly from the ground.”

 

Alice Perini presso European Social Observatory (OSE) in Bruxelles.

"Thanks to the RISE Master Programme I had the highly valuable opportunity to spend my compulsory internship period at the European Social Observatory (OSE), in Brussels, through the Erasmus+ Program. The European Social Observatory is a Brussels-based research centre whose focus is mainly on EU social policies issues. Both its location and its indisputable value as a think tank made my experience of great importance for my academic and professional future. During my time at OSE I was assigned a number of tasks which made me acquire significant practical experience. I provided support in qualitative and quantitative research through literature reviews, final feedbacks on articles as well as editing activities. I also contributed to some publications of the Observatorie. Moreover, I took part in scholars meeting, numerous conference and met people working in EU institutions, mainly from the DG Employment with which the OSE is actively cooperating. Thanks to this practical experience, I learned so much about the European Union mechanism which is very difficult to understand simply reading a text book. Brussels is the real centre of the European Union life: there you can meet people coming from all around Europe and beyond working for all the European institutions and realities (lobbies, NGOs, regions and so on) in all the fields of expertise, you will feel at the centre of the world and you will be able to make contacts for your working future. Working at the OSE was an enriching and rewarding experience that taught me a lot about how research activities are conducted in practice and made it possible for me to gain first-hand experience on EU dynamics and policy-making."

Valeria Conti presso uffico regionale della regione Piemonte (marzo-maggio 2017).

Tramite il programma europeo Erasmus+ ho avuto l’opportunità di effettuare un tirocinio presso l’ufficio della Regione Piemonte a Bruxelles. Scrivo questa nota mentre mi trovo ancora in Belgio e in procinto di terminare quest’incredibile esperienza. In questi mesi ho infatti avuto l’opportunità di lavorare a stretto contatto con i funzionari dell’ufficio, concentrandomi in particolar modo su sanità, cultura, turismo e immigrazione. Ho potuto osservare da vicino le dinamiche, formali e informali, e il contributo, molto spesso sottovalutato e poco conosciuto, di un ufficio regionale sia per quanto riguarda la fase ascendente che quella discendente. Ho svolto numerose e differenti attività che mi hanno permesso di mettere in pratica molte delle nozioni apprese durante il mio percorso di studi. Alcune di queste sono: la stesura di report di numerose conferenze, eventi e incontri a cui ho partecipato, il monitoraggio di programmi europei come Horizon2020, Creative Europe e Erasmus+ e la formazione di dossier tematici che possono fungere da stimolo a nuove politiche regionali. Questo tirocinio è un’esperienza che consiglio vivamente e che ritengo possa favorire una crescita sia professionale che personale.

 

Salvatore Collura, stage presso Conference of Peripheral and Maritime Regions, Bruxelles.

"Thanks to the “Erasmus+” Programme I had the opportunity to be trainee at the Conference of Peripheral and Maritime Regions of Europe. Even if short (the internship’s duration was just 3 months) this experience has been really exciting and intense. I was part of the Migration Task Force and the Islands’ Commission. My activity was focused mainly on migration, but I also worked in other interesting issues like European regional policy, transport, climate change and energy. My main tasks were policy watch (in particular the European Parliament’s activity towards migration) and analysis of political development, in order to prepare summaries and technical papers useful for the activity of the Islands’ Commission and the Task Force on Migration. I conducted a survey related to European funds for migration and how Italian regions use them. It gave me the chance to participate at many events organized within the European Parliament and the Committee of the Regions, which were attended even by different MPs. All the people of CPMR staff were very kind with me at any moment, making my internship an unforgettable experience. I highly recommend the Conference of Peripheral and Maritime Regions of Europe because it is involved in numerous sectors concerning European regional policy, thus you’ll get the opportunity to work on very interesting topics. Moreover you’ll be part of a professional organisation which is very well know at European level".

 

Ezgi Ozan, stage presso Fondazione Brodolini, Bruxelles.

"I took my internship at Brussels Office of Fondazione Brodolini, from 16 January to 18 April with Erasmus placement. It was such improving experience which gives opportunity for self –learning with constant support and to see your own potential. The main activities I have done except supporting other tasks and participate knowledge aperitifs: to prepare background papers to support call for proposals, to make legislative and statistical researches which I did on gender equality policies and particularly on  gender pay gaps, legislation and implementation, to prepare report on specific topic which I did for Ankara Office of Foundation, about Turkey which includes public administration research with decentralization process and public sector innovations, sector analysis and new opportunities. Furthermore, there were always little, often urgent tasks to support other projects, proposals, and policy or research papers. The office environment was semi-formal and very friendly, the officials were always ready for help and to answer questions or encourage participating conferences in the city also they treated all interns like permanent officials. In the end my impression about this experience is quite positive and I would recommend it to other colleagues who want to be an intern in kind, helpful and supportive office".

 

Lorenzo Thompson, stage presso Regione Emilia-Romagna, Ufficio di Bruxelles.


"Da gennaio ad aprile 2016 ho avuto la fortuna di svolgere il mio tirocinio curriculare alla sede della Regione Emilia-Romagna a Bruxelles con una borsa di studio erasmus placement. Nel complesso reputo l'esperienza altamente positiva. Le mansioni affidatemi mi hanno permesso diassimilare le competenze di base della figura professionale del Project Planner. L'attività che ho svolto preminentemente è stata quella di stesura di report a seguito di conferenze, info days di interesse regionale patrocinati da Istituzioni Comunitarie e network interregionali. In particolare mi sono occupato delle aree settoriali di Ict, Sanità e Cultura/economia sociale. Ho seguito le Call del programma Horizon 2020 in merito ai “Big Data” e all'Industria 4.0; e quelle del programma COSME per quanto attiene alla valorizzazione delle industrie creative. Inoltre ho monitorato alcuni progetti legati alla riqualificazione e reinserimento professionale dei soggetti socialmente esclusi.In secondo luogo mi sono occupato dell'inserimento delle Partner Search nel sito di EuropaFacile, caricando le schede di soggetti interessati a formare dei consorzi per la partecipazione ai programmi comunitari. Infine, seppur di rado, ho svolto l'incarico di cura dei dossier. Ho dovuto aggiornare alcune schede paese e perfezionare un dossier per la missione a Bruxelles di un assessore regionale.Le colleghe ed i colleghi di ufficio si sono sempre dimostrati aperti e disponibili, fornendo a noi stagisti un ottimo supporto oltre ai giusti stimoli per lavorare bene. Sono molto soddisfatto di questa esperienza formativa e la consiglio caldamente ai colleghi politologi”.

 

Domenica Divittorio, stage presso Confederazione Europea dei Sindacati, Bruxelles.

Grazie al progetto Erasmus Placement mi è stata data la possibilità di svolgere il mio tirocinio curriculare presso la CES a Bruxelles da ottobre a dicembre 2015. Oltre a poter toccare con mano i meccanismi che muovono la grande macchina europea, ho finalmente avuto modo di mettere alla prova le mie conoscenze, capire quali sono i miei punti di forza e quali i miei limiti. In generale mi sono occupata di Gender Equality: in un periodo iniziale il mio lavoro è stato soprattutto di supporto alla tutor, quindi ho seguito diverse conferenze redigendo poi i report e l ho affiancata in tutti i lavori day by day ( ricerche, presentazioni powerpoint, scambio di email con le diverse confederazioni nazionali, ecc..). Nella seconda parte del mio tirocinio, invece, mi sono stati assegnati compiti più impegnativi: ho organizzato due conferenze che hanno portato a Bruxelles sindacalisti e studiosi da tutta Europa e ho infine risposto, a nome di tutto l’ente, ad una consultazione pubblica lanciata dalla Commissione Europea, basandomi su un questionario a cui hanno risposto tutte le confederazioni nazionali. Inutile dire che all’inizio temevo di non essere all’altezza. Ma vorrei che questo fosse un messaggio chiaro per tutti: non esiste la possibilità di arrendersi. Una volta lì, se un argomento non è di tua conoscenza, hai tutti gli strumenti per studiarlo e farlo tuo. Basta avere spirito di sacrificio e tenacia. La lingua di lavoro è l’inglese, quindi è necessario conoscerlo molto bene. Se poi si è a conoscenza anche del francese, meglio ancora. È inoltre importante saper usare bene il pacchetto Office (Excel soprattutto). L’ambiente è multiculturale e variegato, lavorandoci persone di ogni età e provenienza, ma questo è un aspetto che non può che costituire un arricchimento personale. Tutto lo staff mi ha da subito accolta come parte integrante del team e ogni giorno mi hanno fatta sentire a casa. Senza dubbio, la migliore esperienza della mia carriera.

 

Gabriella del Monaco, stage presso Regione Toscana, Ufficio di Bruxelles

"Ho avuto la possibilità di svolgere un tirocinio alla sede della Regione Toscana a Bruxelles grazie alla borsa Erasmus Placement. Nell'aprile del 2013 sono partita alla volta di un'esperienza che pensavo incredibile ma che ha decisamente superato le mie aspettative. Ho avuto la possibilità di vivere l'Europa a 360 gradi immersa in un ambiente che mi ha stimolata moltissimo sia per quanto riguarda la mia formazione professionale sia umanamente. Ho seguito le attività della Regione Toscana attraverso lo svolgimento di numerose funzioni: attività di monitoraggio, analisi e elaborazione di documenti tecnico-giuridici sulle principali politiche europee e sugli strumenti finanziari dell'UE in particolare riguardanti il settore delle imprese, energia, trasporti, affari sociali e immigrazione. Il personale dell'ufficio mi ha realmente coinvolta dandomi la possibilità di partecipare ed elaborare note di resoconto di numerosi eventi istituzionali a cui ho partecipato in rappresentanza della Regione, conferenze ed incontri al Parlamento Europeo, alla Commissione, al Comitato delle Regioni e presso le Rappresentanze di numerose regioni dell'UE. Attualmente sto lavorando al mio progetto tesi che ho maturato proprio in occasione del tirocinio, lavoro che sto svolgendo con la stessa passione che avevo un anno fa ma con una consapevolezza e una sicurezza decisamente maggiori”.

 

Cesare Tanda, stage presso Athena Eu-logos, Bruxelles

“Come ogni nuova esperienza, anche il mio trasferimento a Bruxelles, è stato carico di entusiasmo ed aspettative. La città, in costante evoluzione, è abituata ad abbracciare nuovi studenti, tirocinanti e lavoratori. Per questo motivo, anche il mio inserimento in quella nuova realtà, è stato facile ed immediato. Non ho avuto alcuna difficoltà a trovare un alloggio né, tantomeno, a comprendere i meccanismi ed il funzionamento della città. A lavoro ho trovato un ambiente cordiale che mi ha dato l'occasione di inserirmi e ritagliarmi il mio spazio. Il lavoro mi è piaciuto sin da subito, perché mi ha dato l'occasione di affrontare sul campo tematiche trattate, sino a poco tempo prima, solo sui libri. Ho avuto l'occasione di seguire in prima persona le riunioni della commissione LIBE al Parlamento europeo. Un'esperienza che definirei estremamente gratificante e costruttiva. Al concludersi del tirocinio, sono rientrato in Italia col fine di preparare e sostenere gli ultimi esami".

 

Francesca Amendola, stage presso Comitato economico e sociale europeo, Bruxelles

"Nell'Aprile 2013 ho avuto la possibilità di svolgere un tirocinio presso il Comitato Economico e Sociale a Bruxelles. Ho vissuto un'esperienza che mi ha permesso non soltanto di immergermi in un ambiente lavorativo multiculturale, ma anche di confrontarmi direttamente con una realtà europea. Sono stata accolta con grande gentilezza e mi sono inserita molto facilmente nel team al quale ero stata assegnata. Ho collaborato per tre mesi con l'Unità di Comunicazione del CESE, ma ho avuto la possibilità di lavorare anche con l'Unità di stampa e organizzazione eventi. Durante la mia permanenza presso il CESE ho lavorato con Excel, utilizzato un database interno per la raccolta e l'organizzazione i dati e collaborato con uno dei membri italiani del Comitato. Ho partecipato all' organizzazione dell''evento Your Europe Your Say dedicato ai giovani e agli Open Days del CESE. Ho avuto inoltre la possibilità di partecipare ad alcune conferenze presso il Comitato delle Regioni e il Parlamento europeo. In particolare ho avuto l'occasione di partecipare all'organizzazione della conferenza stampa dedicata all'elezione del nuovo Presidente del Comitato con il quale ho avuto dunque modo di confrontarmi. La mia esperienza a Bruxelles è stata dunque completa e molto interessante, sia dal punto di vista laborativo che umano e mi ha permesso di comprendere meglio il funzionamento delle istituzione europee. Mi sono laureata a Maggio 2014, contenta di aver guadagnato un tale bagaglio di esperienza in ambito europeo".

 

Roberta De Simini, stage presso Regione Campania, Ufficio di Bruxelles

"L'esperienza alla regione Campania è stata molto stimolante e formativa; le principali attività che ho svolto sono state: la stesura di report a seguito delle conferenze di interesse regionale o mio personale (mi è stata data infatti anche la possibilità di seguire conferenze sui temi che preferivo); la stesura di schede di partenariato di soggetti europei in cerca di partner per poter partecipare alle calls della nuova programmazione 14\20; il monitoraggio dei nuovi programmi europei, in particolare Horizon2020, Cosme, Life, erasmus+. Ho potuto anche seguire gli incontri tra i funzionari delle regioni a Bruxelles in merito al progetto mattone internazionale, quindi in tema salute, all'organizzazione degli eventi a bruxelles per il semestre di presidenza italiano e soprattutto ho avuto modo di essere presente ad un incontro di aggiornamento sullo sviluppo dell'accordo di partenariato tra Italia e Ue con i funzionari regionali, che mi ha permesso di vedere realmente come funzionano i meccanismi sia informali che istituzionali. L'ambiente in ufficio è stato molto professionale ma cordiale, i funzionari sono stati sempre attenti ai bisogni di noi stagisti, trattandoci proprio come loro pari, e tutti i lavori che ho svolto sono stati monitorati costantemente da un tutor. Spesso alle conferenze ho avuto modo di incontrare i miei colleghi delle altre regioni. Il mio esito è quindi positivo e consiglierei vivamente questa esperienza anche ad altri colleghi interessati".

 

Francesca Grassini, stage presso Athena EU-logos, Bruxelles

“Nel mese di gennaio 2013 ho iniziato il mio primo stage presso Eu-Logos Athena a Bruxelles, osservatorio politico che si occupa di monitorare le attività della commissione LIBE del Parlamento europeo, al fine di diffondere informazioni in merito tramite la pubblicazione di articoli e dossier online. Devo ammettere che le prime due settimane si sono rivelate alquanto difficili, sebbene avessi l'appoggio degli altri stagisti presenti! Tutto sembrava confusionario, poco chiaro e impossibile da realizzare! Con il passare dei giorni, invece, sono stati ben delineati ruoli e compiti di ognuno: all’interno dell’organizzazione, ciascuno si è ritagliato il proprio campo di ricerca e ha potuto scrivere i  documenti che venivano poi pubblicati sul sito http://europe-liberte-securite-justice.org/ (inoltre il blog è presente anche su blogactive, piattaforma di euractive). Durante i mesi passati a Bruxelles, personalmente mi sono occupata di cittadinanza europea, partecipazione attiva dei cittadini, libertà dei media e situazione della democrazia nei paesi dell'Est Europa. Il lavoro, cosi strutturato, risulta molto autonomo, c'è la possibilità di occuparsi di ciò che davvero interessa, approfondendo tematiche e questioni non affrontate o affrontate in maniera diversa durante gli anni universitari. In più, l'esperienza di M. Legros (presidente di Eu-Logos) permette di capire dei meccanismi propri delle istituzioni che in realtà sono veramente diversi da quanto studiato sui libri. Altro punto fondamentale è la possibilità di poter partecipare a conferenze, hearing e workshop, che danno un valore aggiunto all'esperienza in sé, cosi come l’opportunità di avere un badge per poter entrare tranquillamente in Parlamento e poter assistere alle riunioni della commissione. Risultano fondamentali, quindi, un buono spirito di iniziativa e un'ottima conoscenza del francese (per scrivere) e dell'inglese (per poter seguire principalmente gli incontri). Ho conseguito la laurea magistrale in Studi Europei a febbraio 2014 e attualmente sono tirocinante presso il Consiglio d’Europa, Eu-CoE youth partnership. I principali progetti seguiti dalla mia divisione riguardano le tematiche dell’inclusione sociale di giovani in condizioni vulnerabili e la partecipazione attiva di questi (temi già affrontati nel mio precedente stage)”. 

 

Silvia Amico, stage presso Regione Sicilia, Ufficio di Bruxelles

 "Ho effettuato il tirocinio presso l'ufficio di Presidenza della Regione Siciliana di Bruxelles, da settembre a dicembre 2013 con borsa di studio erasmus placement. In generale è stata un'esperienza molto formativa e impegnativa. Quando sono arrivata l'ufficio era in via di "riorganizzazione del personale". Questo, se da un lato ha fatto si che il carico di lavoro fosse molto elevato, dall'altro mi ha permesso di mettermi in gioco sotto molti punti di vista. Quello che facevo spaziava infatti dal partecipare a conferenze e stilare report e occuparmi di questioni amministrative e burocratiche, all'organizzare attivamente e in prima persona eventi per cui la Regione era capofila. In particolare queste le attività svolte: monitoraggio dello sviluppo della politica europea di Coesione e della politica europea di Immigrazione; monitoraggio programmi europei: HORIZON 2020- COME- LIFE PLUS; supporto nell'organizzazione dell'evento "Firma Patto dei Sindaci del 23/10/2013; supporto nell'organizzazione del workshop "IDEAS 2013" svolto in collaborazione con il CESIE di Palermo del 20/9/2013; supporto nell'organizzazione e partecipazione a riunioni preparatorie dell'evento "OPEN DAYS 2013"cui la Regione ha partecipato in qualità di partner nel conglomerato "ACTING TOGETHER FOR GREATER URBAN-RURAL COHESION" del 09/10/2013; supporto nell'organizzazione dell'evento "Giornata informativa sui nuovi programmi europei HORIZON 2020, COSME 2014-2020 e LIFE+" del 28/11/2013 svolto in collaborazione con l'associazione internazionle VELTHA e con Almond Tree S.r.l.; partecipazione a seminari e conferenze con redazione di report organizzate da vari enti e/o organizzazioni quali ERIAFF, CRPM, ILE DE FRANCE, COMITATO DELLE REGIONI, PARLAMENTO EUROPEO. In questo momento mi occupo della scrittura dell'elaborato finale con focus sui fondi strutturali e sull'efficacia del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) nella mia regione, la Sicilia appunto".

 
ultimo aggiornamento: 26-Mar-2018
UniFI Scuola di Scienze Politiche \ Home Page

Inizio pagina